Spese per il Matrimonio

Chi Paga Cosa. Le Spese per Il Matrimonio.

La ripartizione delle spese

Attualmente non esistono vere e proprie regole per la ripartizione delle spese relative al matrimonio e a tutto ciò che lo circonda, cosa che in passato costituiva invece una vera e propria legge per le famiglie dei futuri sposi.

A differenza di quanto accadeva una volta, oggi ci si sposa sempre più tardi, quando si ha già una buona situazione economica e lavorativa. Molto spesso sono gli sposi stessi, infatti, ad occuparsi personalmente delle maggiori spese. Le rispettive famiglie, ovviamente, possono e dovrebbero contribuire, sempre nel rispetto del buon senso e dell’armonia generale, a seconda delle proprie disponibilità. Qualora esse fossero molto simili, si suggerisce la ripartizione seguente.

Famiglia della sposa:


  • Partecipazioni e gli inviti;
  • Abito nuziale della sposa e di eventuali paggetti e damigelle;
  • Bomboniere e confetti;
  • Spese per la cerimonia ed il ricevimento, compresi l’addobbo floreale e l’accompagnamento musicale;
  • Auto dei propri testimoni e di eventuali ospiti di riguardo che ne sono sprovvisti;
  • Servizio fotografico ed eventuali riprese video;
  • Corredo per la nuova casa


Famiglia dello sposo:


  • Fedi nuziali;
  • Bouquet della sposa;
  • Fiori all’occhiello, per i testimoni;
  • Auto nuziale;
  • Auto dei propri testimoni e di eventuali ospiti di riguardo che ne sono sprovvisti;
  • Viaggio di nozze;
  • L’acquisto della casa, arredamento o anticipo per l’affitto.



Pagamenti e preventivi

Innanzitutto, per le varie voci (che in totale sono davvero molte!) è bene confrontare i prezzi di più negozi, al fine di trovare soluzioni di buona qualità ma, allo stesso tempo, evitando inutili sprechi.

Il preventivo deve essere totale e differenziato per le singole spese.Concordati i prezzi con i fornitori, in genere si usa versare un anticipo del 15% alla conferma della prenotazione. Il saldo verrà quindi pagato il giorno delle nozze o, meglio, quello precedente (per evitare di pensare alle questioni pratiche in un giorno spensierato come quello del matrimonio). In alternativa, si può affidare la gestione economica ad una persona di fiducia, che se ne occuperà immediatamente dopo la cerimonia.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine