Accessori per la Sposa

Accessori e dettagli per le Spose

L’abito della sposa può essere valorizzato e reso più completo da una serie di accessori che, però, devono essere scelti con estrema cura ed attenzione, per non creare l’effetto opposto. Occorre quindi fare questa scelta con il dovuto anticipo: come in ogni cosa, saranno infatti i dettagli a fare la differenza. Naturalmente, è importantissimo che tutti gli accessori siano indicati allo stile ed ai colori dell’abito.

Lingerie

Per la prima notte di nozze, l’intimo da portare sotto l’abito da sposa deve essere allo stesso tempo sensuale ed elegante. E’ consigliabile presentarsi alla seconda prova dell’abito con la lingerie giusta, molti atelier offrono una vasta gamma di capi, per soddisfare i gusti e le esigenze più svariate. Per quanto preziosa e ricercata, la lingerie deve essere innanzitutto comoda, offrendo un’ottima vestibilità ma lasciando un’ampia libertà di movimento. Le cuciture non devono essere troppo evidenti, in modo non segnare l’abito (specie se è particolarmente aderente). Il reggiseno con le coppe non deve avere rinforzi eccessivi, gli slip (rigorosamente con elastici piatti) devono essere avvolgenti o molto sgambati: in ogni caso, è meglio preferire materiali morbidi come la seta o la microfibra. Per quanto riguarda i colori, l’abbinamento con l’abito è d’obbligo: naturalmente il bianco è quello più usato.


Scarpe

Da sempre amate da ogni donna, le scarpe rappresentano un accessorio importantissimo, specie se abbinate all’abito nuziale! In armonia con lo stile ed il colore del vestito, è possibile scegliere tra un’ampia gamma di modelli, molto differenziati nelle linee come nella forma del tacco (per una questione di comodità, generalmente è sconsigliato quello a spillo). Per quanto riguarda l’altezza del tacco, occorre tenere conto anche della statura dello sposo. Di norma, comunque, gli abiti lunghi richiedono il tacco alto, specie se la gonna è molto ampia. In ogni caso, è bene verificare con attenzione che le scarpe non facciano male e che consentano una camminata comoda e stabile.


Guanti

Immancabili nelle cerimonie estremamente formali, non sono invece considerati “d’obbligo” nei matrimoni meno solenni. Se presenti, però, devono essere rigorosamente sfilati dopo l’ingresso in Chiesa, per essere quindi appoggiati sull’inginocchiatoio, davanti al bouquet. Il colore deve essere il medesimo dell’abito.


Calze

Da preferire quelle velate e finissime, naturalmente di un colore che si avvicini il più possibile a quello dell’abito e delle scarpe. Chi si sposa nel periodo invernale, può anche scegliere calze più pesanti, ma assolutamente non coprenti. A meno che non indossi un abito dalla gonna molto ampia, i collant sono da preferire rispetto a reggicalze e autoreggenti, perché hanno il vantaggio di non segnare in alcun modo i fianchi della sposa. Il tessuto deve essere impalpabile, la soluzione ideale è la microfibra, che offre un’ottima vestibilità, fasciante ed aderente, essendo allo stesso tempo molto confortevole. Naturalmente, è meglio acquistarne almeno due paia, in modo da non trovarsi impreparate davanti ad improvvise smagliature o a lesioni irrimediabili.


Cappello

E’ concesso esclusivamente alle spose che scelgono di celebrare il matrimonio in municipio (come sostituzione del velo). I modelli sono i più vari, attenzione però alle forme: il viso deve sempre essere perfettamente visibile.


Borsa

Assolutamente da evitare in Chiesa, questa scelta può essere contemplata solo se la cerimonia è celebrata in municipio. Deve seguire lo stile ed i colori dell’abito e delle scarpe, ma soprattutto deve essere di dimensioni estremamente i ridotte, per contenere solo il minimo necessario (trousse per il trucco, salviettine detergenti, calze di riserva e fazzolettino di carta). Per tutte le altre cose che potrebbero tornare utili, infatti, è buona norma che vengano custodite dalla mamma o da un’amica.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine