L'Auto Nuziale

Auto Nuziale - Guida alla scelta

Come vuole la tradizione, la sposa il giorno delle nozze arriverà in Chiesa (o in municipio) su un automobile d’epoca o di lusso che, a cerimonia conclusa, porterà entrambi gli sposi fino al luogo dove si terrà il ricevimento. Anche nei piccoli paesi, dove le distanze sono minime, i cortei a piedi sono ormai scomparsi: l’automobile porta sempre la sposa, accompagnata dal padre, fino all’ingresso.

Se il matrimonio è celebrato davvero in grande stile, gli sposi possono addirittura scegliere di noleggiare una carrozza trainata da cavalli, che rende l’atmosfera di un giorno tanto importante come quello delle nozze ancor più romantica e suggestiva.

Il corteo, guidato dall’auto nuziale, è quindi seguito dalle varie automobili degli invitati, sulle quali verrà applicato un semplice fiocco bianco, come simbolo di buon auspicio. Questo verrà consegnato agli invitati in un primo momento da un incaricato degli sposi.

Se gli sposi non hanno a disposizione un'auto adeguata all’occorrenza, possono chiederla in prestito ad amici e parenti, oppure, come accade sempre più di frequente, possono prenderla a noleggio, con o senza autista.

Concessionari specializzati ed autorizzati sono in grado di offrire automobili per la cerimonia di svariati modelli, tali da venire in contro ad ogni tipo di esigenza e di gusto personale: dalla Limousine alla Rolls Royce, dalla Mercedes alla Cadillac, dalla Bentley alla Torpedo, etc.

L’autovettura deve essere prenotata con almeno due mesi di anticipo. Per evitare qualsiasi tipo di equivoco, è consigliabile pretendere un regolare contratto di noleggio, che specifichi chiaramente il giorno stabilito per la cerimonia e le caratteristiche fondamentali dell’auto: modello, marca, targa dell’autovettura, colore, optional.

Gli addobbi dell’automobile, immancabili il giorno delle nozze, devono però essere assolutamente sobri e semplici, magari preferendo una piccola composizione floreale all’altezza del lunotto posteriore.

Nella prima parte del corteo, ovvero fino all’arrivo in Chiesa o in Comune, la sposa siede sul sedile posteriore a fianco del padre, per essere invece affiancata dal novello marito fino all’arrivo nel ristorante.

Durante entrambi i tragitti, il galateo bandisce l’abuso del clacson che, suonato per indicare la gioia e la felicità di sposi ed invitati, risulta invece molto fastidioso e decisamente di cattivo gusto.

Dopo il ricevimento, l’auto rimarrà quindi a disposizione per accompagnare i novelli sposi all’aeroporto, nel caso partissero subito per la luna di miele, oppure nella nuova casa.

Per essere totalmente sicuri del risultato finale, l’auto nuziale deve esser scelta con estrema cura e dovizia di particolari. E’ consigliabile, pertanto, esaminare attentamente le condizioni della carrozzeria come degli interni, testandone il comfort e soprattutto le comodità d’accesso: l’abito da sposa potrebbe infatti causare qualche problema, visto l’ingombro di molti modelli.

Se il matrimonio è celebrato in estate, l’auto deve obbligatoriamente avere l’aria condizionata, affinché la sposa possa arrivare all’altare ed al ricevimento in modo elegante e perfettamente in ordine come un ottimo bellimbusto.

 
 
 
 
 

Articoli

 

Ti Piace vetrine